Richiesta intervento

 

Veracard

 

Abitare Biotech

 

Il mio bidone

 

Il nostro motto

slogan

 

Modalità operativa

modalità operativa

In evidenza

  • Se l’amministratore non è certificato non può essere nominato Se l’amministratore non è certificato non può essere nominato
    Scritto da
    Si è assistito in questi anni ad un aumento esponenziale degli obblighi normativi che coinvolgono sia il condominio, sia l'amministratore di condominio la cui figura è radicalmente cambiata, trasformandosi dal semplice amministratore di un tempo al moderno professionista preparato e costantemente aggiornato come previsto dal Decreto del Ministero della Giustizia nr. 140/2014. Il legislatore infatti, consapevole di come le numerose disposizioni e leggi che regolano la materia, se non correttamente interpretate o addirittura ignorate, possano comportare danni anche rilevanti a…

Ultime notizie pubblicate

  • CALANO LE TEMPERATURE, A BOLZANO RISCALDAMENTO ACCESO FINO AL 3 MAGGIO CALANO LE TEMPERATURE, A BOLZANO RISCALDAMENTO ACCESO FINO AL 3 MAGGIO
    Scritto da
    A fronte del brusco calo delle temperature ed in considerazione delle previsioni meteo per i prossimi giorni, Il Commissario Straordinario del Comune di Bolzano, Prefetto Michele Penta ha autorizzato la proroga dell'accensione degli impianti di riscaldamento domestico degli edifici siti sul territorio comunale sino al prossimo 3 maggio per un massimo di sette ore giornaliere . Tempi tecnici permettendo le ditte che hanno in gestione le centrali termiche stanno provvedendo alla riaccensione in tutti gli edifici dove gli impianti risultano…
  • Balconi aggettanti: chi paga le spese di manutenzione e di ristrutturazione? Balconi aggettanti: chi paga le spese di manutenzione e di ristrutturazione?
    Scritto da
    Nel caso di balcone aggettante, ovvero che sporge vesto l’esterno, le spese per il rifacimento della ringhiera e della pavimentazione sono a carico del proprietario dell’unità immobiliare, che fruisce direttamente e in via esclusiva del balcone. I costi per la tinteggiatura e il ritocco degli stucchi ornamentali, invece, così come tutte le altre parti comuni dell’edificio, vanno divisi fra tutti i condomini che ne traggono beneficio in termini puramente estetici. A ribadire questi concetti è la recente sentenza della Cassazione nr. 10209/15 del 19-05-2015secondo cui i rivestimenti e gli elementi…
  • Quando l’amministratore di condominio può entrare in casa dei condomini. Quando l’amministratore di condominio può entrare in casa dei condomini.
    Scritto da
    Innanzitutto, come sempre, occorre valutare il genere e l’entità dei lavori che sono in corso nella proprietà individuale e, soprattutto, valutare eventuali obblighi o divieti presenti nel regolamento di condominio del fabbricato. In generale l’articolo 1122 del codice civile dispone che, nell’immobile di sua proprietà, il condomino non può eseguire opere che rechino danno alle parti comuni o pregiudizio alla stabilità, alla sicurezza o al decoro architettonico dell’edificio. In ogni caso il codice civile prevede che il proprietario debba darne preventiva…
  • Come e quando impugnare la delibera dell’assemblea Come e quando impugnare la delibera dell’assemblea
    Scritto da
    Assemblea di condominio, nullità ed annullabilità, casi pratici, termini per impugnare, forma dell’atto di impugnazione, competenza del giudice, sospensione della delibera impugnata. Regole generali Una volta assunte, le delibere dall’assemblea sono obbligatorie per tutti i condomini anche per i condomini assenti o dissenzienti, tranne il caso in cui la delibera venga impugnata nei termini previsti e tali delibere sono anche obbligatorie per lo stesso amministratore che deve eseguirle senza possibilità di sindacare in merito. I condomini che durante l’assemblea hanno espresso voto…
  • Sostituzione delle delibere assembleari Sostituzione delle delibere assembleari
    Scritto da
    In assemblea al termine della discussione in merito ai vari punti posti all'ordine del giorno, è necessario deliberare, ovvero prendere una decisione che diventa obbligatoria per tutti i condomini come previsto dall’articolo 1137, primo comma, del codice civile. Fatta eccezione per i casi di nullità, che possono essere rilevati in qualsiasi momento, se la delibera non viene impugnata per presunti suoi vizi diventa definitiva comportando l’impossibilità, da parte dei condomini, di potersi sottrarre agli effetti che andrà a produrre. Ad…
  • Se il vicino fuma dal balcone e la puzza ti dà fastidio Se il vicino fuma dal balcone e la puzza ti dà fastidio
    Scritto da
    Quando un condominio è solito fumare le sigarette fuori dal balcone e l’odore si avverte nell’appartamento soprastante costringendo il proprietario a mantenere chiuse le finestre L’unica norma del codice civile che si occupa di casi del genere si riferisce al divieto di immissioni di fumo o calore che superino la normale tollerabilità ed è l’articolo 844: una previsione del tutto generica che deve essere, di volta in volta, interpretata dal giudice anche alla luce delle situazioni concrete quali la collocazione geografica dell’immobile, l’eventuale…
  • Autoconvocazione dell’assemblea di condominio Autoconvocazione dell’assemblea di condominio
    Scritto da
    La legge n. 220/2013 ha introdotto nuove regole sulla convocazione dell'assemblea, la prima è che deve essere effettuata in forma scritta utilizzando la raccomandata, anche a mano, il fax o la Pec. La convocazione dell'assemblea, sia ordinaria che straordinaria è in linea di principio un atto riservato all'amministratore, infatti le delibere prese in un’assemblea convocata senza il rispetto dell’iter indicato dall’art. 66 delle disposizioni di attuazione del codice civile o su iniziativa di un condomino pur in presenza dell’amministratore, sono…

 

Azienda certificata ISO 9001:2008

 

Al lavoro in bicicletta

 

Guida sulle emissioni CO2

 

Ecologia e rispetto per l'ambiente

 

 Anaci Nazionale

 

Anaci Bolzano

 

Seguiteci su Facebook

 

All’atto della nomina dello Studio 3A snc, verrà eseguita una verifica dell’edificio constatandone lo stato di conservazione, verificando la conformità degli impianti e creando un archivio fotografico dell’edificio e verificando l’eventuale necessità di manutenzioni necessarie che saranno evidenziate e sottoposto ad approvazione in occasione della prima assemblea utile.
Ogni anno prima dell’assemblea ordinaria verrà effettuata una verifica in merio alla congruità dell’assicurazione condominiale ed alla necessità di manutenzioni ordinarie o straordinarie da proporre in sede di assemblea, sarà inoltre verificata ed eventualmente aggiornata la documentazione tecnico amministrativa del condominio in ottemperanza alle norme vigenti.
L’assemblea, ordinaria o straordinaria che sia,  si svolge con l’utilizzo di pc e stampante portatile così che la stesura del verbale risulti facilmente comprensibile con stampa immediata al fine di una rilettura con contestuale firma in originale da parte del presidente dell’assemblea e dal segretario verbalizzante.
L’assemblea ordinaria viene convocata annualmente, normalmente entro tre mesi dalla data di chiusura dell’esercizio  e comunque entro i termini previsti dalla normativa vigente.
Le registrazioni contabili vengono normalmente aggiornate ogni mese e ad ogni aggiornamento della contabilità corrisponde l’invio dei solleciti agli eventuali morosi; i pagamenti vengono effettuati tutti esclusivamente a mezzo di bonifico elettronico.
Ogni richiesta di intervento pervenuta allo studio viene memorizzata ed archiviata mediante apposito programma di gestione che permette di verificare data ed orario della richiesta, richiedente ed impresa a cui è stato affidato l’intervento con descrizione della segnalazione.

Con il 18 giugno 2013 è entrata in vigore la legge 220 del 11-12-2012 nota a tutti come la Riforma del Condominio che, sia pure migliorabile, chiama gli amministratori di condominio ad un salto di qualità chiedendo loro una maggiore professionalità ed il possesso di alcuni requisiti di base chiamandoli ad occuparsi di nuovi temi ed assegnandogli nuove incombenze.
Gli amministratori di condominio con la A maiuscola potranno quindi finalmente affermarsi come professionisti, ma il salto di qualità dipenderà anche dai condomini che sono chiamati, proprio in base al contenuto della nuova legge, a decidere di scegliere il proprio amministratore sulla base delle sue capacità e non solamente per la sua tariffa.
Questo salto di qualità che vedrà coinvolti sia i condomini che gli amministratori si compirà, naturalmente, solo quando la domanda per un amministratore qualificato supererà la domanda per un amministratore economico. Siamo tutti di fronte ad una grande opportunità: far crescere una professione, e pretendere che venga esercitata davvero nell'interesse del cliente finale, come è giusto che sia, a patto che il cliente condomino prenda coscienza che la casa è un bene prezioso che deve essere tutelato da professionisti preparati e dotati della necessaria struttura di supporto alla propria attività e non da amministratori improvvisati.
Trasparenza, Qualità, Efficienza, Garanzia, Professionalità, queste dovranno essere le leve per la scelta dell'amministratore a cui affidare la gestione del proprio condominio ottenendo di ritorno, come primo risultato, proprio quel risparmio, quello vero e consolidato, che tanto si andava cercando.

Lo Studio 3A snc ed ogni singolo amministratore che ne fa parte sono assicurati per la responsabilità civile per gli atti compiuti nell’esercizio del mandato di amministratore, con polizza professionale generale per l’intera attività svolta, con la Compagnia Arch Insurance c/o DUAL Italia spa per un massimale di € 2.000.000,00 di cui 250.000,00 ai sensi della legge 220 del 11-12-2012.

Tutta la documentazione relativa all’amministrazione del condominio sarà tenuta presso la nostra sede in Corso Italia 29 a Bolzano ed i condomini potranno prenderne visione, previo appuntamento, nell’orario di apertura dello Studio.

Abbiamo due linee telefoniche aperte dal lunedì al venerdì dalle ore 09.0 alle ore 12.00 e dalle ore 15.00 alle ore 18.00 ed un servizio assistenza per la segnalazione dei guasti aperto 24 ore su 24 per 365 giorni all’anno chiamando sempre il nostro numero 0471 920 837.

 

Sede di Bolzano

Corso Italia, 29 - 39100 Bolzano

Tel. 0471-920 837

 Fax 0471-509 714

info@gestioni3a.it

Orario: Lu-Ve 15.00-18.00

Si riceve solo su appuntamento

Meteo di oggi

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso all’utilizzo dei cookie clicca qui. Proseguendo con la navigazione acconsenti all’uso dei cookie.